“Tutti invecchiamo ma non è necessario crescere. Possiamo rimanere bambini dentro e decidere quando essere seri e quando non esserlo”.   K. K. Kristiansen

Cosa significa facilitare?

  • Facilitare i processi cognitivi attraverso il processo creativo
  • Facilitare la definizione di un concetto attraverso una nuova strada
  • Facilitare il processo decisionale dei soggetti incaricati a risolvere un problema o proporre una strategia
  • Facilitare la comunicazione all’interno di un gruppo donandole nuove potenzialità

Perché la Metodologia LegoⓇ Serious PlayⓇ funziona?

  • I partecipanti al workshop affrontano i diversi step costruendo modelli attraverso i mattoncini LEGO.
  • I modellini vengono costruiti attraverso un flusso di gioco intenso.
  • La creazione avviene senza alcun tipo di riflessione precedente.
  • Costruendo i modellini con le loro mani i partecipanti usano la loro conoscenza e la loro immaginazione molto più velocemente di quanto farebbero durante le tradizionali tecniche di brainstorming razionale.

La Nostra Facilitazione

All’interno della nostra azienda, Syrus Industry, l’interesse per la metodologia LegoⓇ Serious PlayⓇ non è nato attraverso una ricerca specifica con il fine di farne un business. E’ stata una passione maturata, la trasformazione in concreto di un processo che già da tempo avveniva in azienda. Attraverso mezzi differenti, magari in maniera non ordinata, l’uso della creatività nella ricerca di risultati diversi per problematiche ricorrenti, oppure di nuove idee, era una consuetudine già caratterizzante la fisionomia aziendale. La metodologia LegoⓇ Serious PlayⓇ ha rappresentato quindi la realizzazione e la concretizzazione di un pensiero: è necessario intraprendere strade diverse e inusuali per raggiungere un risultato in maniera innovativa. Ed è stato fantastico conoscere questa realtà, una realtà caratterizzata dallo studio dei processi cognitivi stimolati dalla creazione con le mani, che ha determinato la costruzione della metodologia. C’è da dire poi che l’elemento ludico non passa in secondo piano, il team fa parte della generazione che ha amato i Lego e che condivide questa passione anche con le nuove giovani leve, il successo è assicurato con l’uso dei famosi mattoncini colorati, un classico intramontabile nelle vite di ciascuno di noi.
La possibilità di poter accompagnare un team, di facilitare la riflessione nel gruppo e portarlo al raggiungimento di obiettivi importanti, è un “gioco” che prendiamo molto seriamente e svolgiamo con tanta dedizione.

Mani che pensano